Glossario

a sbalzoTecnica di lavorazione specialmente di lastre metalliche con la quale si ottengono figure in rilievo su una faccia mediante l'abbassamento del fondo sulla faccia opposta
acromoPrivo di colore
acroterialeNei templi greci l'acroterio è l'elemento decorativo collocato al vertice e agli angoli del frontone
adytonNei templi greci, è uno spazio alle spalle della cella, vietato ai fedeli e riservato ai sacerdoti per funzioni specifiche per lo più religiose
aggereGrande quantità di terra ammassata in modo da sostenersi da sola o posta all'interno di strutture di sostegno predisposte, usata come rinforzo di muri, argini, fortificazioni
agoniGara sportiva o poetica
agoràPiazza principale e centro della polis dal punto di vista economico e commerciale, in quanto sede del mercato, religioso, poiché vi si trovavano i luoghi di culto del fondatore della città o della divinità protettrice, politico dato che era sede delle assemblee dei cittadini
alabastronPiccolo vaso-contenitore per unguenti e profumi
anàktoronEdificio in tecnica megalitica, che ricorda i palazzi micenei, sede di potere economico e politico
anforeGrande contenitore per trasportare e conservare liquidi
antropomorfiA forma umana
apotropaicoOggetti, simboli o formule che allontanano influssi malefici
approvvigionamentoRifornimento di provviste, materie prime o attrezzature
artigianaleRealizzato a mano
assisaIn un muro, fila di mattoni o di pietre disposti orizzontalmente sullo stesso piano
astuParte urbanizzata del territorio di una città greca ovvero la città vera e propria
auletaSuonatore di flauto
aurigaCocchiere
betiloPietra a cui si attribuisce una funzione sacra in quanto dimora di una divinità o perché identificata con la divinità stessa
bitumeMiscela di catrame, zolfo e grasso animale che si spalma a caldo sulla carena di imbarcazioni in legno a scopo protettivo
bouleutèrionEdificio che ospitava il consiglio (boulè)della polis nell'antica Grecia
caduceoVerga alata con due serpenti intrecciati alla sommità, attributo del dio Ermes o Mercurio, usato nell'antichità classica come emblema di pace portato dagli araldi e oggi divenuto simbolo dell'arte medica
calcareniteRoccia sedimentaria formata da particelle calcaree delle dimensioni della sabbia
camminamentoPassaggio che permetteva ai soldati di controllare il circondario dall'alto delle mura, protetti dall'esterno tramite una merlatura o un parapetto, garantendo una posizione di vantaggio sugli assalitori e facilitando il lancio di frecce o oggetti.
capitello ionicoElemento architettonico tra il fusto della colonna e la struttura che regge. Quello ionico è diviso in due parti:l'echino con ovoli e una fascia a due volute e l'abaco
cardandoLiberare dalle impurità e districare le fibre tessili prima della filatura
carenaIn un'imbarcazione è la parte immersa dello scafo
carenateCon la forma della carena di una nave
caveaIl complesso delle gradinate riservate agli spettatori nel teatro greco
cenotafiMonumento funerario di un personaggio sepolto altrove (tomba vuota)
choraParte rurale del territorio della città greca
cimieroDecorazione posta alla sommità dell'elmo
clamideMantello corto
commissioneIncarico
coniateCreare monete battendo col conio
corno potorioVaso a forma di corno utilizzato per bere
cornucopiaVaso a forma di corno riempito di erba,fiori e frutta, simbolo dell'abbondanza
corredo funerarioInsieme di oggetti, ornamenti e offerte sepolti insieme al defunto
ctonioNella religiosità della Grecia antica indica ciò che è sotterraneo, degli dei inferi
cultura materialeInsieme di manufatti, comportamenti e pratiche sociali proprie di una civiltà
deperibiliFacilmente deteriorabile
deposito temporaneoAutorizzazione a conservare ed esporre per un tempo limitato beni archeologici
didrammaMoneta greca d'argento del valore di due dramme, detta talora anche statere, e di peso vario secondo il sistema monetario in cui era battuta
dracmaUnità di peso e monetaria dell'antica Grecia pari a 4,36 grammi d'argento
efebiPer i Greci giovane tra 18 e 20 anni in età da arruolamento nelle liste di leva
egidaScudo, protezione
emporioNel Mediterraneo antico designava una località marittima adibita allo scarico, al deposito e alla vendita di merci
entasiRigonfiamento del fusto della colonna a circa un terzo della sua altezza: si tratta di un accorgimento ottico che rappresenta lo stato di tensione della colonna che reagisce alla compressione a cui è sottoposta
eparchia cartagineseTerritorio sotto il controllo cartaginese
eziologicoChe spiega l'origine e le cause di nomi, feste, eventi, processi, ecc.
faciesInsieme degli aspetti e delle caratteristiche proprie di una classe di manufatti
faïencesParticolare tipo di materiale vetroso chiamato anche faïence egizia perché nota in Egitto già prima del 3150 a.C.
fasciameRivestimento della struttura di una nave
feltroStoffa realizzata in pelo di animale
filatelicaDi francobolli
fregiFascia ornamentale orizzontale che può essere decorata a rilievo
gorgoneionImmagine della testa della Gorgone utilizzata come portafortuna
granulazioneTecnica dell'oreficeria antica consistente nella saldatura continua di diversi granuli d'oro sulla medesima lamina di metallo prezioso per formare una decorazione
ibridiComposto dall'unione di elementi diversi
in antisTempio sulla cui facciata sono presenti due colonne tra due ali di muro che prolungano in avanti le pareti laterali della cella
iniziazioneInsieme di riti e prove proprie delle cerimonie di passaggio (età adulta, matrimonio)
insenaturaRientranza di un tratto di costa
intercolumnioSpazio compreso tra due colonne
inumazioneRito di seppellimento di una salma
ippodameoSchema planimetrico urbano, attribuito all'architetto Ippodamo di Mileto (V sec.a.C.), costituito da un reticolo ortogonale di strade principali e strade secondarie, che dividono+B62 lo spazio in isolati quadrangolari allungati
istmoSottile lingua di terra bagnata da due lati dal mare, che collega due continenti o una penisola alla terraferma
kourosE’ una statua che rappresenta un giovane nell'età tra l’adolescenza e la maturità, in cui la sua bellezza, sia fisica sia spirituale, è al suo apice.
laminaLastra metallica molto sottile, anche lavorata a rilievo o incisa
legendaIn numismatica questo termine indica lettere e parole presenti sulla moneta
lekytosBrocca per olii e unguenti
libagioniOfferta di latte, vino o altro liquido versato in onore degli dei a terra o sull'altare
litraUnità monetaria usata in Grecia e nelle sue colonie con valore pari a un quinto della dracma
logoScritta o disegno che rappresenta un prodotto o un'azienda o un'organizzazione
manualeFatto a mano
megaronSala più importante dei palazzi micenei, dove si trovava il trono, con un focolare al centro, dalla quale sarebbe derivata la forma del tempio greco
metopaElemento architettonico del fregio dell'ordine dorico dell'architettura greca, costituito da una lastra rettangolare di pietra, marmo o terracotta, liscia, dipinta o decorata a rilievo
muqarnasParticolare decorazione della cupola, divisa in piccole nicchie con estremità sporgenti, tipica dell'architettura musulmana
numismaticaScienza che studia le monete e le medaglie
opistodomoStanza alle spalle della cella, la parte più sacra del tempio greco
opus signinumMateriale edilizio chiamato anche "cocciopesto" utilizzato come rivestimento impermeabile per pavimenti e cisterne, composto da frammenti di tegole o mattoni minutamente frantumati e malta fine a base di calce.; poteva essere abbellito con l'inserimento di tessere di mosaico bianche e nere o policrome disposte a formare disegni geometrici
opus tessellatumTecnica di ornamentazione dei pavimenti, che consiste nell'assemblaggio di piccoli frammenti multicolori di materiali duri (pietra, marmo, terracotta, ecc.) chiamati tessere, che formano un disegno geometrico, floreale o figurato
oracoloResponso, predizione degli dei e anche il luogo dove si interrogavano gli dei e anche la divinità interrogata
paleograficoRelativo alla paleografia, disciplina che studia criticamente la forma e l'evoluzione delle scritture antiche in tutte le loro manifestazioni
pateraBassa ciotola o tazza senza manici usata per le libagioni
pennoneAntenna orizzontale di legno o ferro dove sono inserite le vele
peripteroTempio greco la cui cella è completamente circondata da colonne
peristilioCortile con portici e colonne
peso da telaioPiccoli pesi realizzati generalmente in terracotta, aventi forma cilindrica o a tronco di piramide a base quadrata, con un foro ad un'estremità per legarvi i fili dell’ordito e tenerli ben tesi
piattelloA forma di disco
piede numismaticoNumero dei pezzi di una moneta che è possibile coniare con di peso del relativo metallo
pithosGrande contenitore in ceramica per l'immagazzinamento, usato anche per accogliere una sepoltura
plasticaArte della scultura
polisCittà greca
postierlaNelle antiche fortificazioni, porticina segreta situata lontano da quelle principali, che fungeva da passaggio di emergenza; anche, piccola porta a lato della porta principale delle mura di antiche città
pritaneoEdificio dell'agorà dove si custodiva il fuoco sacro e sede dei pritani
pronaoStanza che precede la cella, la parte più sacra del tempio greco
punicoRelativo a Cartagine, cartaginese
refrattariaMateriale che resiste a temperature elevate
relittiRottame, carcassa di nave naufragata
retabliTavola dipinta o scolpita posta sull'altare
retoricaArte e tecnica del parlare e scrivere con efficacia
scavi archeologiciTecnica di indagine che utilizza il metodo stratigrafico, cioè analizza il terreno dagli strati più recenti a quelli più antichi
schinieriPezzo di armatura a difesa dello stinco in cuoio o metallo
segnacoloInsegna, simbolo
silenicheChe raffigura un Sileno, divinità dei boschi di natura selvaggia e lasciva, con attributi animaleschi
simaNei templi classici, parte terminale della cornice, spesso fornita di fori per lo scarico dell'acqua piovana dai tetti (gocciolatoi), generalmente decorati con teste di leone. La sima è talora ornata con palmette o altri elementi decorativi.
simposioBanchetto per soli uomini che si incontravano per bere vino e conversare
simulacri aniconiciStatua, ritratto, immagine senza raffigurazione del volto
speronareColpire un'altra nave con lo sperone o con la prua
statutoAtto che disciplina l'organizzazione e il funzionamento di un ente
stile doricoUno dei tre stili architettonici dell'arte greca (dorico, ionico e corizio).
stiveLocale della nave in cui è immagazzinato il carico
stoàPortici di forma rettangolare allungata che presenta uno dei lati lunghi aperto e colonna+B56to, generalmente prospiciente una piazza o una via, mentre l'altro è chiuso da un muro
stoppaScarto della lavorazione di fibre tessili usato per rendere stagne le fessure dello scafo di una imbarcazione
talamoCamera o letto nuziale
tecnica isodomaTecnica costruttiva caratterizzata da file di grandi blocchi di pietra uguale altezza, ben lavorati su tutti i lati, con incassi e solchi ai lati per l'incastro reciproco
telamoneScultura maschile, a tutto tondo o a rilievo, impiegata in un edificio come sostegno, strutturale o decorativo
temenosNella Grecia antica è il B80recinto sacro che circonda un santuario
teniaBenda utilizzata per fasciare la testa
tetradrammiMoneta in uso nella Grecia arcaica, coniata inizialmente ad Atene intorno al 510 a.C., del valore di quattro dracme.
thesauròsPiccolo edificio nell'area di un santuario nel quale si custodivano le offerte votive B15agli dei
timpano frontonaleNel tempio greco è la superficie triangolare racchiusa nella cornice del frontone, posto a coronamento della facciata
tipo siceliotaFigurazione tipica delle colonie greche in Sicilia incisa sul conio e impressa sul tondino di una moneta
tirsoL'asta di Dioniso circondata da pampini ed edera
tomba "alla cappuccina"Tomba a fossa, talvolta rivestita di tegole e coperta con tegole e coppi, disposti a realizzare una copertura a doppio spiovente, come nel tetto di un edificio
trabeazioneNegli ordini architettonici classici, è l'insieme degli elementi orizzontali poggianti sulle colonne, cioè dell'architrave, del fregio e della cornice, cui è affidata la funzione di sostegno della copertura
tridenteArma composta da una lancia con tre punte
tripodeSostegno a tre piedi solitamente utilizzato per reggere recipienti
tripode delficoSostegno a tre piedi sul quale sedeva la Pizia durante la rivelazione dell'oracolo di Delfi
valutaMoneta circolante in ciascun paese
zavorraMassa pesante solida o liquida che si mette nella nave per darle stabilità